sab. Mag 2nd, 2020

Yellowbasket.it

Consigli, News e opinioni sulla Bora e il trading online

Come utilizzare l’Oscillatore RSI

3 min read

Fare trading online vuol dire anche conoscere ed utilizzare gli strumenti di analisi tecnica, come indicatori ed oscillatori. Per riuscire e diventare dei trader di successo nel trading online è doveroso formarsi senza lasciare nulla al caso.

L’ analisi tecnica ci fornisce molti strumenti utilissimi per i nostri investimenti, questi strumenti ci danno la possibilità di conoscere il mercato, i trend e di anticiparli, senza di essi ci dovremmo affidare al caso e alla fortuna.

Tra i molti Oscillatori ed Indicatori che vi sono, oggi vi vogliamo parlare del RSI, di come funziona e come utilizzarlo.

L’Oscillatore RSI

La sigla RSI sta per Relative Strenght Index in italiano Indicatore di forza relativa, questo è un oscillatore tecnico viene principalmente utilizzato per analizzare i mercati. L’RSI ha un compito ben preciso ed è quello di rappresentare la forza o la debolezza di una determinata azione e in qualsiasi mercato, basandosi sui prezzi di chiusura di un recente periodo.

L’Oscillatore RSI fu sviluppato da J. Welles Wilder nel 1978 e presentato nel libro “New Concepts in Technical Trading Systems”.

L’Oscillatore RSI misura la velocità e la direzione, dato che misura i movimenti dei prezzi, viene utilizzato per calcolare e quantificare la debolezza e la forza del trend in corso.

Il calcolo che fa l’RSI è in base al Momentum che è il rapporto tra chiusure alte e chiusure basse del mercato.

Lo sviluppatore del RSI pone dei principi, i quali affermano che quando il prezzo si muove verso l’alto in modo veloce si chiama Ipercomprato, invece quando si denota la situazione inversa si chiama ipervenduto, Wilder il padre del RSI notò che quando si andavano a mostrare questi dati era perché prima vi era stata sempre un’inversione imminente dei prezzi o del mercato.

L’RSI viene utilizzato in grafici che hanno come tempistica due settimane, e la forza viene misurata in una scala che va da 0 a 100 con dei minimi e massimi che si aggirano da 30 i minimi e i massimi a 70.

Il calcolo dell’Oscillatore RSI

Come abbiamo anticipato brevemente l’Oscillatore descrive le fasi di mercato di Ipercomprato e Ipervenduto, per utilizzare questo indicatore ci sono delle formule, vediamole insieme:

\mbox{RSI}=\mbox{100}- \frac{100}{(1+(Gp/Gn)}

Dove:

  • Gp indica il numero dei periodi positivi;
  • Gn il numero dei periodi negativi.

\mbox{RSI}=\mbox{100}- \frac{100}{(1+(GpM/GnM)}

Dove:

  • GpM è la media dei periodi positivi;
  • GnM è la media dei periodi negativi.

La variabile X indica il numero di periodi che vogliamo utilizzare per calcolare l’RSI, l’indice di forza di aggira in un range che va tra 0 e 100.

L’RSi è da ricordare che può essere applicato ad ogni tipo di timeframe, potrà in questo modo considerare i prezzi di chiusura giornaliera, settimanale e anche orarie.

Il range in cui la maggior parte dei trader setta l’RSI è per i livelli di eccesso a 70 – 30 oppure a 80-20.

Il significato di Ipervenduto e Ipercomprato

Come abbiamo accennato il funzionamento del’RSI si basa si dati di ipercomprato e ipervenduto

  • valori dell’RSI al di sotto del 30 indicano una fase di ipervenduto.
  • valori dell’RSI al di sopra di 70 indicano una fase di ipercomprato.

Un altro modo per migliorare le prestazioni dell’Oscillatore RSI è tramite la divergenza tra il prezzo e ciò che dice l’Oscillatore. La divergenza si verifica quando un segnale sottostante segna una serie di minimi e massimi, ma l’Oscillatore non fa la stessa cosa.

Conclusione

Gli Oscillatori egli Indicatori di analisi tecnica sono alla base di un buon trading, senza di essi non si possono sviluppare le strategie e investire con criterio. Gli Oscillatori possono sembrare molto difficili da utilizzare, ma facendo pratica riuscirete velocemente a capire il loro funzionamento.

 

Copyright ©2019. Yellowbasket.it Tutti i diritti Riservati. | Sito web realizzato da Artematika.it